Risparmiare il 40, il 50, in alcuni casi fino al 75% di acqua per irrigare i propri terreni senza compromettere la resa del raccolto, definire i giusti dosaggi di fertilizzanti con l’aiuto di appositi macchinari all’avanguardia, trasformare gli scarti delle proprie aziende agricole in risorse immediate.  In altre parole, produrre il cibo senza sprecare risorse preziose. È stato questo l’oggetto del convegno di sabato scorso “Agricoltura razionale in Italia. Riuso dei materiali e tecniche di irrigazione in un mondo che cambia.” organizzato a Siracusa da Medea Centro Servizi con la partnership esclusiva di Irritec.  Davanti a una platea gremita di imprenditori agricoli in rappresentanza di aziende, cooperative, organizzazioni di produttori e consorzi, si sono susseguiti tecnici ed esperti provenienti dagli atenei di Palermo e Los Angeles, dal Crea, dall’Enea, dalla Regione Siciliana, ed esponenti di Irritec e Medea Centro Servizi entrambe in prima linea per il recupero dei materiali agricoli usati con due interessanti programmi di incentivi.

Irritec, attraverso il progetto Green Fields (greenfields.irritec.com) presentato sabato scorso a Siracusa da Gabriella Genitori, premia gli agricoltori che smaltiscono le proprie manichette per l’irrigazione con degli sconti per l’acquisto di nuove ali gocciolanti: un sistema veloce ed efficiente per sostituire il vecchio con il nuovo nel pieno rispetto dell’ambiente. Medea Centro Servizi, sin dal principio è un sostenitore di Green Fields, oltre che un raccoglitore accreditato del progetto.

Interessante l’intervento del Dottore Agronomo Salvatore Scicchitano, in forza al Reparto Agronomico di Irritec, che ha illustrato esempi e buone pratiche di irrigazione a goccia. Scicchitano ha raccontato l’introduzione dell’irrigazione a goccia in Sila, su una coltura come la patata, sino a qualche anno fa ancora irrigata con semovente durante la notte. Una vera e propria rivoluzione il passaggio dal sistema a spruzzo al sistema a goccia, un cambiamento che ha provocato un risparmio idrico del 90%, ma anche energetico, dato che prima della goccia, l’irrigazione col semovente costava agli agricoltori qualcosa come 200 litri di gasolio per avviare l’impianto semovente durante il periodo notturno.

Irritec ha coniugato, dunque, l’expertise che da più di 40 anni ha sviluppato nel campo dell’irrigazione a goccia e la capacità di riuscire a trasformare un “rifiuto” agricolo in un vantaggio per l’agricoltore che grazie a Green Fields potrà smaltire facilmente l’ala gocciolante dismessa dal campo.