STRUTTURE SPORTIVE

L’irrigazione di una struttura sportiva è fondamentale per mantenere in perfette condizioni il terreno di gioco e facilitare l’attività sportiva.

L’impianto varia a seconda della composizione del manto, a seconda che esso sia in erba naturale, in terra battuta o in sintetico, sempre più utilizzato quest’ultimo negli ultimi anni anche su richiesta delle più importanti federazioni sportive internazionali.

Per i campi d’erba naturale l’impianto deve fornire un’irrigazione il più possibile omogenea. Così il manto erboso sarà bagnato in maniera uniforme senza creare zone di ristagno d’acqua o viceversa zone non sufficientemente irrigate e quindi soggette a rischio siccità. Importante è che l’impianto sia il meno possibile “invasivo” in quanto durante lo svolgersi dell’attività sportiva gli irrigatori che si trovano al centro e/o ai margini del terreno di gioco devono scomparire totalmente per non creare situazioni di pericolo per gli atleti.

Per i campi in terra battuta l’irrigazione ha la funzione principale di mantenere il terreno con un livello costante di umidità in modo che sia sempre garantita la sua compattezza durante l’attività sportiva.

Per quanto riguarda i campi in sintetico l’irrigazione serve a mantenere compatto lo strato di sabbia su cui poggia il manto erboso e a mantenere un livello d’umidità costante per garantire una superficie di gioco liscia e uniforme.